venerdì 12 Aprile 2024

La lunga scia di violazioni del Diritto Internazionale da parte di Israele

Seppure riconosciute come fenomeno distruttivo, che implica il ricorso alla violenza e all’uso delle forze armate per raggiungere obiettivi politici, economici, territoriali o ideologici, la pratica della guerra non è messa al bando dal diritto internazionale. Tuttavia esistono delle regole alle quali i soggetti (statuali e non) che la praticano sono vincolati, pena la possibilità di essere perseguiti. Esistono in particolare le norme del diritto internazionale umanitario (DIU), che puntano a limitare le conseguenze dei conflitti armati e disciplinano la conduzione delle ostilità – proibendo p...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. La storia è costellata da invasioni e apropriazione di territori, una volta la guerra la facevano, con gli eserciti e poi se vincevano depredavano i civili senza pietà, oggi il terrorismo vigliaccamente colpisce innocenti e indifesi cittadini e poi si fa scudo di essi, in nome della libertà di un popolo quello Palestinese che ovviamente ha tutto il diritto di esistere, come quello di Israele che è stato destituito del suo diritto di stare sui territori in cui è nato dai dempi memori, ha cercato di rinascere dopo l’olocausto col benestare delle nazioni unite.
    Ma non si è ancora capito il motivo di tutto questo accanimento nei suoi confronti da parte di certi personaggi che stanno sempre dalla parte di una ragione discutibile.

  2. E’ buono che l’ONU denunci le violazioni del diritto internazionale, e che l’Indipendente pubblichi le denunce.
    E’ il modo giusto per ottenere maggiore consapevolezza della situazione, è quello che porterà ad una soluzione.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI