lunedì 22 Luglio 2024

Il governo delle industrie: tutte le malefatte ambientali dell’esecutivo Meloni

«Non c'è un ecologista più convinto di un conservatore, ma quello che ci distingue da un certo ambientalismo ideologico è che noi vogliamo difendere la natura con l'uomo dentro», queste le parole pronunciate dalla Presidente del Consiglio nel suo discorso di insediamento alla Camera. Quanto affermato dalla leader di Fratelli d’Italia, ormai più di un anno fa, avrebbe di fatto anticipato il futuro approccio del governo nei confronti delle tematiche ecologiche. Un approccio dove la sostenibilità ambientale, almeno su carta, dovrebbe coniugarsi con quella economica. «Il nostro motto sarà - ha qui...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

5 Commenti

  1. Beh, in realtà la cosiddetta carne sintetica, di sintetico non ha proprio nulla.
    Io non sono favorevole alla carne coltivata ma neanche contrario, non capisco perchè si debba decidere di vietarne la produzione e la vendita.
    La scusa ufficiale è legata ai possibili effetti sulla salute dell’uomo, tutti da dimostraere, intanto però approveranno l’uso del glifosato in agricoltura per altri 10 anni. Quello si che ha effetti devastanti sulla salute (chiedere agli agricoltori argentini che stanno morendo come mosche).
    Ancora una volta si gioca con le parole per spaventare la gente e favorire le industrie, come questo illuminante articolo spiega bene.

    • Se ci sono o sono probabili o sono anche solo possibili degli effetti avversi, bisognerebbe studiarli in maniera più approfondita, prima di autorizzare la produzione e la commercializzazione della carne sintetica; in questo modo non ci potrebbero essere pregiudizi. Senza studi indipendenti è lecito essere in disaccordo.

  2. Bisognerebbe fare un bel Monthly Report su tutte le malefatte silenziose del Governo Meloni, con ARTICOLI COME QUESTO, quello sulle tasse nascoste, “il premierato”, i favori alle multinazionali, ai ricchi ecc… e farne una tiratura maxi da distribuire gratuitamente. Certo, poi, la “gente comune” penserebbe al solito giornale sinistroide…
    Come fare a spiegar loro che la maggior parte dei provvedimenti in atto sarebbe la medesima con un governo di Sinistra, Cinque stelle e compagnia? Con i dovuti distinguo, sia ben chiaro.
    I governi di sinistra tendono a stare più “zitti, inerti e buoni”, un’altra simpatica ed opposta versione del: “non disturbare chi vuole fare”. Avrebbero tenuto i propri provvedimenti “bandiera” (reddito di citt. LGTB ecc ..) e fatto altri piccoli “favori” ai rispettivi gruppi di elettori.
    Il risultato è sempre lo stesso. Il caso Covid/vaccini è emblematico.
    “Inginocchianesimo” verso élite, multinazionali, lobbies e programmi sovrannazionali come l’agenda IA /TRANSUMANISTA. Così come verso le silenti pulizie etniche di vario genere messe in atto ai danni delle popolazioni Native, delle piccole comunità “rurali” e di “piccoli popoli-nazioni” che ancora per loro carattere intrinseco tendono all’indipendenza e alla non omologazione morale (spirituale) – tecnocratica – scientista mondiale.

    Cosa facciamo, caro direttore, scrive lei un bell’articolo di introduzione per evitare che ci appiccichino subito etichette addosso e partiamo con una raccolta fondi per un’edizione speciale ad altissima tiratura (magari ad offerta libera) del Monthly?
    Io mi offro gratuitamente come distributore umano in zona Milano, Monza-Brianza.

    PS: l’ultimo numero del M.R. (ottobre) in parte è ciò che intendo. Molto bello, anche se non di facile lettura per tutti.

    Cordiali saluti a tutti.
    Gianni

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI