martedì 9 Agosto 2022

Ucraina, morto “mercenario” britannico catturato da separatisti filorussi

Paul Urey, operatore umanitario britannico di 45 anni, è morto mentre tenuto prigioniero dai separatisti filorussi nell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk (DNR) perché accusato di essere un mercenario. Urey è morto il 10 luglio, ma la notizia è stata data solo oggi: secondo quanto dichiarato dalle autorità le cause sarebbero “malattia e stress”. Urey soffriva di diverse patologie note ai separatisti filorussi. Il ministro degli Esteri britannico Liz Truss si è detta “sconvolta” dalla notizia, e ha aggiunto che “la Russia deve prendersi piena responsabilità per questo”. Urey era stato in passato combattente professionista in scenari Afghanistan, Iraq e Libia, ma si trovava in Ucraina come volontario per gli aiuti umanitari.

Ultime notizie

Il caso di Frigolandia, quando la cultura fa paura

Frigolandia, realtà unica nel suo genere immersa nel comune di Giano dell'Umbria, potrebbe non esistere più. La battaglia contro...

Per un pugno di poltrone: il gran ballo dei partitini di governo

A pochi giorni dall’annuncio dell’alleanza, il leader di "Azione", Carlo Calenda, ha già rotto il patto siglato il Partito...

Le società energetiche si stanno rifiutando di pagare le tasse sugli extra profitti

Secondo le stime del governo Draghi, ad oggi il nostro paese avrebbe già dovuto incassare la metà dei 10...

Vaiolo delle scimmie, al via la vaccinazione in Italia: ecco la circolare

Il ministero della Salute ha emesso due circolari per organizzare la distribuzione e i consigli di somministrazione delle prime...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI