mercoledì 30 Novembre 2022

Autoproduzione di cannabis: la legge arriva in Parlamento

Il disegno di legge relativo alla legalizzazione dell’autoproduzione di cannabis è stato calendarizzato: arriverà il 24 giugno alla Camera dei Deputati per essere discusso. La proposta di legge riprende così il suo iter, dopo essere stata per oltre due anni in Commissione Giustizia. Nelle scorse settimane ha avuto luogo il voto in Commissione, con i primi emendamenti soppressivi della Lega – che miravano a boicottare la proposta – superati dalla maggioranza. Sui restanti, Riccardo Magi – presidente di Più Europa e primo firmatario della proposta di legge – ha dichiarato che molti decadranno perché ripetitivi, come ad esempio quelli avanzati da Lega e FdI relativi alle sanzioni pecuniarie.

Dopo la discussione prevista per il 24 giugno, potrebbe arrivare il turno della votazione già a fine luglio, anche a seconda degli altri lavori previsti e calendarizzati. L’obiettivo dei promotori della legge è quello di arrivare a una votazione alla Camera entro la pausa estiva, così da riprendere l’iter al Senato a settembre.

Approvata in Commissione di Giustizia lo scorso settembre, il testo base sull’autoproduzione propone, tra le altre cose, la depenalizzazione per la coltivazione domestica che non superi le 4 piante “femmine”, oltre a sanzioni minori per i fatti di lieve entità e l’aumento della pena da 6 a 10 anni di detenzione per i reati connessi al traffico e allo spaccio.

[di Salvatore Toscano]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

2 Commenti

  1. Ormai è da un pezzo che abbiamo perso le speranze che qualsiasi governo in carica possa anche solo avvicinarsi a fare una legge che sia migliorativa delle condizioni attuali! Finirà come sempre a tarallucci e vino, magari con qualche talk show infarcito di “luminari” che spiegheranno agli italioti perchè la droga fa male!! 🙁

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI