mercoledì 28 Settembre 2022

Rifiuti ed economia circolare, il riciclo della plastica è ancora un miraggio

Lo smaltimento dei rifiuti polimerici è ancora un problema, lo confermano i dati dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra). Nel 2020, solo la nostra Penisola ha generato 3,7 milioni di tonnellate di rifiuti plastici di cui poco più di 1 milione e mezzo è stato differenziato. E di questo, appena 620mila tonnellate sono state avviate a riciclo. Nonostante qualche progresso, quindi, siamo ancora molto lontani dal poter parlare di economia circolare per la plastica. Intanto, però, l'inquinamento da quest'ultima generato primeggia e causa danni in ogni comparto terre...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso compilando i campi qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" posizionato in alto a destra, nella parte superiore del sito. 

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

3 Commenti

  1. Buongiorno. Cosa ci vuole dire questo articolo? Che non dobbiamo più usare la plastica! Ottimo. E come la sostituiamo? La plastica è stata inventata perchè già cento anni fa c’erano problemi di mancanza di materie prime che potessero essere: leggere, resistenti, salubri, economiche.
    Oggi noi abbiamo una marea di prodotti a casa perchè c’è la possibilità di imballarle e farle arrivare nei punti vendita senza che vengano distrutte nel trasporto. E cosa garantisce ciò, la plastica.
    Bisogna continuare ad investire in tecnologie per riciclare la plastica ed educare le persone a buttare via i rifiuti nel modo corretto.
    Così continueremo a salvaguardare l’occupazione degli addetti del settore plastico in Italia ( siamo un eccellenza a livello mondiale) e non saremo costretti a piegarci anche qui alle importazioni massive dalla CINA di prodotti finto BIOCOMPATIBILI, come invece l’Europa e i nostri governanti ci hanno imposto di fare.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI