lunedì 16 Maggio 2022

Norvegia, attivisti bloccano consegna di petrolio russo

Alcuni attivisti di Greenpeace ed Extintion Rebellion hanno bloccato la consegna di circa 95 mila tonnellate di petrolio russo in Norvegia, incatenando una delle loro imbarcazioni alla petroliera Ust Luga. La mossa costituisce una forma di protesta contro la guerra in Ucraina, secondo quanto dichiarato da Greenpeace. “Il petrolio è alla base non solo della crisi climatica, ma anche delle guerre e dei conflitti. Sono scioccato che la Norvegia operi come porto franco per il petrolio russo, che sappiamo finanziare la guerra di Putin” ha detto Frode Pleym, capo di Greenpeace Norvegia. La polizia locale ha riferito di aver proceduto con l’arresto di diversi attivisti.

Ultime notizie

Il problema dell’amianto in Italia è ancora lontano dall’essere risolto

Nel fondo italiano per la bonifica dell’amianto ci sono 8 milioni di euro inutilizzati da 7 anni. Il fondo,...

Roma verso l’abbattimento dei cinghiali con la scusa della peste suina

Nelle prossime ore il via libera da parte delle istituzioni agli abbattimenti selettivi dei cinghiali a Roma potrebbe diventare...

(Monthly report n.10) Covid: è finita l’emergenza, ora è tempo di risposte

È uscito il decimo numero del Monthly Report: la rivista de L'Indipendente che ogni mese fa luce su un...

La NATO occupa le coste della Sardegna per le prove di guerra: vietato l’accesso a mare

Fino al 27 maggio, la Sardegna sarà teatro di una vasta esercitazione NATO, che vedrà coinvolti circa 4.000 militari...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI