domenica 23 Giugno 2024

Tunisia: affonda petroliera con 750 tonnellate di carburante, rischio disastro ambientale

Una petroliera con a bordo 750 tonnellate di carburante è affondata a circa 7 km dalle coste del golfo di Gabès, situato lungo la costa sud-orientale della Tunisia, dove era bloccata a causa delle condizioni del mare: a renderlo noto sono state le autorità tunisine, che hanno fatto sapere di star lavorando per evitare un disastro ambientale. Il Ministero dell’Ambiente di Tunisi, infatti, ha annunciato di avere attivato il piano nazionale per l’intervento di emergenza in caso di inquinamento marino causato dalla petroliera. Nello specifico si tratta della nave mercantile “Xelo”, battente bandiera della Guinea Equatoriale, proveniente dall’Egitto e diretta a Malta, che venerdì sera aveva chiesto di entrare nelle acque tunisine a causa delle cattive condizioni metereologiche. Durante il tragitto, quest’ultima aveva cominciato ad imbarcare acqua, motivo per cui l’intero equipaggio è stato poi evacuato.

Ultime notizie

Il World Economic Forum ha pubblicato il proprio piano per la “transizione alimentare”

Il World Economic Forum (WEF) ha stilato una sorta di piano relativo alla cosiddetta “transizione alimentare” che prevede il...

Il vero potere è l’ascolto

Quattro anni dopo, non è poco. A pensarci bene, quello che è stato impedito nel tempo del lockdown è...

L’Armenia ha riconosciuto lo Stato di Palestina

Venerdì 21 giugno il Ministero degli Esteri dell’Armenia ha rilasciato una dichiarazione in cui annuncia il riconoscimento dello Stato...

Cassol, il piccolo borgo veneto in rivolta contro le antenne 5G

Nel piccolo borgo di Cassol, frazione di Santa Giustina, in provincia di Belluno, i residenti non ne vogliono sapere...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI