lunedì 26 Settembre 2022

Birmania, nuove sanzioni da USA, Regno Unito e Canada

Stati Uniti, Regno Unito e Canada hanno imposto nuove sanzioni alla Birmania, con l’obiettivo di colpire alcuni alti funzionari militari tra i quali il capo dell’aviazione militare e alcuni soggetti legati al traffico di armi. La decisione arriva in risposta alla brutale repressione messa in atto dal governo militare contro gli oppositori. All’inizio di marzo le Nazioni Unite hanno accusato l’esercito di commettere crimini di guerra, mentre un recente rapporto di Fortify Rights ha dichiarato che almeno 61 ufficiali sono perseguibili per crimini contro l’umanità. I militari governano la Birmania dal 1° febbraio 2021, quando con un colpo di Stato hanno rovesciato il governo di Aung San Suu Kyi.

Ultime notizie

In Iran non si fermano le proteste contro il governo

Ad oltre dieci giorni dal loro inizio non si fermano le proteste infuriate in Iran dopo la morte di...

Parigi, attivisti per il clima occupano l’aeroporto per bloccare i jet privati

Bloccare l'uso e l'abuso dei jet privati contrastandone fisicamente la partenza, se necessario. Perché «i crimini climatici degli ultra...

CGIA avverte: il nuovo governo dovrà trovare 40 miliardi nei primi 100 giorni

Il nuovo governo che si insedierà a Palazzo Chigi avrà in eredità i provvedimenti introdotti dal Governo Draghi che...

Basta massacri di canguri: la protesta contro i marchi della moda alla Fashion Week

In occasione della Milano Fashion Week c'è chi ha voluto ricordarne il lato oscuro ponendo il focus sull'ipocrisia italiana...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI