venerdì 20 Maggio 2022

Birmania, nuove sanzioni da USA, Regno Unito e Canada

Stati Uniti, Regno Unito e Canada hanno imposto nuove sanzioni alla Birmania, con l’obiettivo di colpire alcuni alti funzionari militari tra i quali il capo dell’aviazione militare e alcuni soggetti legati al traffico di armi. La decisione arriva in risposta alla brutale repressione messa in atto dal governo militare contro gli oppositori. All’inizio di marzo le Nazioni Unite hanno accusato l’esercito di commettere crimini di guerra, mentre un recente rapporto di Fortify Rights ha dichiarato che almeno 61 ufficiali sono perseguibili per crimini contro l’umanità. I militari governano la Birmania dal 1° febbraio 2021, quando con un colpo di Stato hanno rovesciato il governo di Aung San Suu Kyi.

Ultime notizie

Caccia, le associazioni denunciano: Cingolani vuole prolungare il periodo di attività

"Con un'azione che ha dell’incredibile, il Ministro Cingolani ha scritto al Commissario europeo per l’Ambiente Sinkevičius una nota per...

Tra filantropia e interessi politici: il fallimento del progetto COVAX

Sin da prima che i vaccini contro il Covid fossero scoperti e prodotti, il leit-motiv di governi e istituzioni in...

I super ricchi, il transumanesimo e il sogno dell’immortalità

I super ricchi del pianeta oggi non sono più solo “semplici” privati che hanno accumulato grandi capitali con l'obiettivo...

UE, le rinnovabili diventano impianti di interesse pubblico prioritario: che significa?

Nelle scorse ore la Commissione europea ha presentato ufficialmente il piano RePowerEu, con l'obiettivo dichiarato di "rendere l’Europa indipendente...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI