venerdì 9 Dicembre 2022

Birmania: quasi 600 morti da inizio proteste anti golpe

Quasi 600 persone hanno perso la vita dall’inizio delle proteste contro il colpo di stato militare attuato dalle forze armate in Birmania. Nello specifico sono 598 le vittime, lo ha affermato l’Associazione per l’assistenza ai prigionieri politici (Aapp), la quale ha aggiunto che nella giornata di mercoledì sono state uccise 12 persone, mentre altre 5 erano decedute nei giorni scorsi ma non erano state ancora conteggiate. Inoltre, sono 2847 gli individui arrestati.

Ultime notizie

L’unica popolazione indigena europea continua a lottare per l’autodeterminazione

Un controverso disegno di legge sull’unica popolazione indigena riconosciuta in Europa, i sami, è stato inviato dal governo finlandese...

Perù: la presidenza del socialista Castillo termina in un goffo tentativo di auto-golpe

Il presidente peruviano, Pedro Castillo, è stato destituito ieri dal suo incarico attraverso un voto di impeachment per «incapacità...

Il MOSE di Venezia sta funzionando bene?

Se in queste settimane Venezia non è letteralmente sprofondata nelle stesse condizioni con cui ha dovuto battersi nel 2019,...

Studio sui vaccini Covid ai giovani: 18,5 eventi avversi per ogni ricovero evitato

"La nostra stima mostra che è probabile gli obblighi vaccinali COVID-19 causino danni netti a giovani adulti sani, fattore...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI