giovedì 18 Agosto 2022

Il consumo di ansiolitici è aumentato drasticamente in Italia durante la pandemia da Covid-19

La pandemia da Covid-19 ha generato un forte aumento degli acquisti di farmaci ansiolitici in Italia. È quanto si evince da un rapporto dell’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco, in cui si mette a confronto l’andamento circa l’uso dei farmaci nel 2020 rispetto al 2019. Nello specifico, nel mese di marzo 2020 il consumo di ansiolitici è cresciuto addirittura del 17,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Dopodiché l’utilizzo di farmaci per l’ansia è diminuito in estate, di pari passo con la discesa della curva epidemiologica rimanendo, però, comunque maggiore rispetto a quello che se ne faceva nel 2019. Poi, con l’inizio della seconda ondata, gli acquisti di ansiolitici sono aumentati nuovamente e nel mese di novembre si è raggiunto il record dell’anno. Nel novembre 2020 si è avuto un incremento dei consumi del 21,5% rispetto al novembre 2019. Record che è stato ulteriormente ritoccato al rialzo in dicembre con un + 23,1%.

Lo stato di stress e paura dovuto alla pandemia ha prodotto una diffusione di questo disturbo mentale. Anche i problemi economici con cui hanno dovuto fare i conti molti italiani sono stati determinanti. A conferma di ciò, come detto precedentemente il picco di consumi si è avuto durante la seconda ondata, periodo in cui sono state nuovamente imposte le chiusure di tantissime attività, disattendendo le speranze di ripresa di molti e generando una nuova crisi economica.

 

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI