fbpx
sabato 16 Ottobre 2021

Gli ottimisti vivono più a lungo, uno studio lo dimostra

Un approccio positivo alla vita favorisce la longevità. Lo ha dimostrato uno studio della University School of Medicin di Boston. La ricerca, pubblicata di recente, è stata condotta analizzando due gruppi di soggetti. Circa 70mila donne e 1500 uomini sono stati seguiti per 10 e 30 anni rispettivamente. I livelli di ottimismo sono stati testati attraverso un questionario che misura i sentimenti individuali verso il futuro. Gli scienziati hanno poi confrontato la durata di vita dei soggetti ‘positivi’ con quella dei soggetti ‘negativi’. Le donne ottimiste – è emerso – vivono circa il 15% in più rispetto a quelle pessimiste. Negli uomini con un atteggiamento positivo nei confronti della vita, invece, si è registrato un aumento della longevità dell’11%. Inoltre, gli individui ottimisti hanno maggior probabilità di sfiorare, e in alcuni casi superare, la soglia degli 85 anni.

Per l’elaborazione dei risultati finali, lo studio ha tenuto conto anche delle differenze negli stili di vita e delle abitudini personali, nonché del grado di istruzione e di patologie quali depressione o malattie croniche. I fattori che favoriscono una longevità più elevata, tuttavia, sono ancora sconosciuti. È possibile che l’ottimismo favorisca uno stile di vita più sano e legami sociali più intensi. Altri studi avevo già evidenziato il ruolo dell’ottimismo nel ridurre il rischio di coronaropatie. Chi pensa positivo, inoltre, avrebbe una maggiore capacità di contrastare lo stress.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati