domenica 28 Novembre 2021

Il comune di Torino ha dichiarato guerra ai senzatetto

Via i clochard dai portici del centro. Giovedì mattina i vigili sono intervenuti in alcune zone del torinese, in quella che viene definita operazione “antidegrado”. La polizia, in collaborazione con i vigili urbani, ha identificato almeno 7 clochard. L’intervento è scattato a seguito degli esposti di alcuni residenti, che avrebbero denunciato episodi di molestie da parte degli stessi senzatetto. A quanto si apprende, il blitz ha interessato in particolare i portici di corso Vinzaglio, via Cernaia, piazza Castello e via Viotti. Tre persone, irregolari sul territorio nazionale, sono state accompagnate in Questura per gli accertamenti del caso. Gli altri, sono stati identificati e allontanati dai loro giacigli per liberare gli spazi e procedere con la sanificazione delle strade.

L’operazione arriva dopo che, nei giorni scorsi, il comandante dei vigili di Torino, Bezzon, è finito al centro delle polemiche per un’intervista nella quale avrebbe invitato i cittadini a non dare soldi ai clochard della città.

Ma ora sul blitz è polemica: a Torino “c’è una strategia mai annunciata ma evidente di costringere i senza tetto a lasciare la strada”. È l’accusa dei segretari del Pd, Paolo Furia e Mimmo Carretta. Tra queste, le dichiarazioni di Bezzon e l’introduzione del divieto di avere qualsiasi specie animale per chi pratica l’accattonaggio. Il che ha come conseguenza il sequestro dell’animale”.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati