fbpx
sabato 16 Ottobre 2021

Il 92% dei ghiacciai alpini potrebbe scomparire entro fine secolo

I 4.000 ghiacciai che si trovano sulla catena montuosa delle Alpi potrebbero scomparire entro il 2100, con effetti a catena su stoccaggio dell’acqua, ambiente ed ecosistemi. Lo afferma un nuovo studio, condotto dai ricercatori della Aberystwyth University in Galles, in collaborazione con l’International Centre for Theoretical Physics (Ictp) di Trieste. Lo scopo principale della ricerca, era fare previsioni più accurate sulla probabile risposta dei ghiacciai al cambiamento climatico. Esse indicano che lo scioglimento di quasi tutti i ghiacciai Alpini è certo.

La loro scomparsa, tra i più immediati effetti del cambiamento climatico, causerebbe enormi impatti sugli ecosistemi alpini ed una diminuzione delle risorse idriche. Per impedire che ciò accada è necessario un intervento internazionale, coordinato tra scienziati ed istituzioni. È indispensabile ridurre le emissioni per stabilizzare il riscaldamento globale al di sotto della soglia di 1,5-2°C (accordo di Parigi).

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati