fbpx
sabato 16 Ottobre 2021

Cina, 18 morti in miniera per fuga di monossido di carbonio

Diciotto minatori sono stati trovati morti e cinque risultano dispersi. Venerdì 4 dicembre, c’è stata una fuga di monossido di carbonio in una miniera di carbone a Diaoshuidong, nel comune di Chongqing. Per il momento solo una persona è stata messa in salvo. Secondo quanto riferito dalla Bbc, la miniera si trova a sud-ovest della Cina.

In base a quanto rilevato dalle telecamere, la fuga di gas è avvenuta mentre i minatori stavano smontando dei macchinari in profondità. La miniera era già stata chiusa due mesi fa: lo scorso settembre, 16 minatori erano stati trovati morti in una miniera nella periferia di Chongqing a causa di un nastro trasportatore che ha preso fuoco. Nel dicembre del 2019, un’esplosione in una miniera di carbone nella provincia di Guizhou aveva ucciso 14 persone.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati