fbpx
sabato 23 Ottobre 2021

La Danimarca ha deciso di mettere fine alla ricerca di petrolio e gas

La Danimarca ha deciso di porre fine all’esplorazione di giacimenti di petrolio e gas. Giovedì sera il Parlamento danese ha votato per cancellare le future concessioni di licenze per l’esplorazione e la produzione di petrolio e gas nella parte danese del Mare del Nord. Le 55 piattaforme petrolifere e gasifere già esistenti in Danimarca, sparse in 20 giacimenti, potranno continuare le operazioni di estrazione. Ma la decisione di terminare la ricerca di nuovi giacimenti è parte di un piano per eliminare gradualmente l’estrazione di combustibili fossili entro il 2050.

Nel 2019 la Danimarca ha prodotto l’equivalente di 103.000 barili di petrolio e gas al giorno. Il Paese è attualmente il più grande produttore di petrolio dell’Unione Europea. Questa è la ragione per cui, secondo il ministro del clima danese Dan Jorgensen, la decisione avrà grande risonanza mondiale.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati