mercoledì 29 Giugno 2022

“La cappella sistina degli antichi”: scoperti 13 km di incisioni rupestri nella foresta amazzonica

Una delle più grandi collezioni al mondo di arte rupestre preistorica è stata scoperta nella foresta pluviale amazzonica. “La Cappella Sistina degli antichi”, cosi è stata soprannominata la parete che si estende per quasi 13 km in Colombia. Le rocce riportano migliaia di uomini e animali che non vagano nel continente da almeno 12.000 anni; il che ne ha permesso la datazione. Il tutto nel cuore della foresta amazzonica, nella Serrania de la Lindosa, in ottimo stato di conservazione. La scoperta è stata fatta da un team di archeologi nel Parco Nazionale Chiribiquete lo scorso anno, ma è stata tenuta segreta per mesi, in modo da consentire la completa messa in sicurezza dell’area. Gli esperti ritengono che la vastità dei dipinti sia tale che occorreranno diverse generazioni per studiarli tutti.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI