mercoledì 18 Maggio 2022

Giappone, il numero di suicidi supera quello delle vittime Covid

Il Giappone è uno dei primi paesi a mostrare gli effetti indesiderati che una pandemia può portare con sé. Secondo i dati del governo, il suicidio ha causato più vittime a ottobre di quante ne abbia fatte il Covid-19 durante l’intero anno. Nel mese scorso, infatti, il numero di suicidi ammontava a 2.153, come riportato dall’Agenzia nazionale di polizia giapponese. Il Covid, invece, ha ucciso in Giappone un totale di poco più di 2000 individui.

Tra i primi anni del 2000 fino allo scorso anno, il Giappone era riuscito a tenere a bada il numero dei suicidi, seppur mantenendo uno dei tassi più alti al mondo. Le ragioni sono complesse, svariate, e riguardano soprattutto la costruzione della società giapponese. Lunghi orari di lavoro, pressione scolastica, il tabù delle malattie mentali a cui si aggiunge l’isolamento sociale della pandemia. Ad essere particolarmente colpite le donne. Ad ottobre si sono tolte la vita l’83% in più delle giapponesi. Gli esperti ipotizzano che la causa possa essere ricondotta alla condizione delle donne in Giappone, paese che tende a gravare sui soggetti deboli. Le donne, infatti, costituiscono una percentuale maggiore di lavoratori part-time, ad esempio, e per questo più soggette a licenziamenti.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI