mercoledì 29 Giugno 2022

‘Ndrangheta: arrestato il presidente del consiglio regionale della Calabria

Il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Domenico Tallini (Forza Italia), é stato arrestato e posto ai domiciliari con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. L’indagine, che ha portato all’arresto di Tallini, riguarda i suoi presunti rapporti con la famiglia Grande Aracri della ‘ndrangheta. Secondo l’accusa, avrebbero voluto costituire una società, con base a Catanzaro, finalizzata alla distribuzione all’ingrosso di prodotti medicinali, mediante una rete di punti vendita (20 in Calabria, 2 in Puglia e 1 in Emilia Romagna).
I carabinieri dei comandi provinciali di Catanzaro e Crotone hanno eseguito 20 ordinanze di custodia cautelare nelle province di Catanzaro, Crotone e Roma. Associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico-mafioso, alcune delle accuse mosse a vario titolo.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI