mercoledì 18 Maggio 2022

Studio scientifico: il Covid era già presente in Italia nell’estate 2019

A settembre del 2019, il 14% delle persone esaminate presentava già gli anticorpi per il nuovo Coronavirus. Lo afferma lo studio pubblicato su Tumori Journal firmato anche dal direttore dell’Istituto nazionale di Milano, Giovanni Apolone. I ricercatori hanno studiato la presenza di anticorpi specifici del recettore SARS-CoV-2 (RBD) in 959 volontari asintomatici, arruolati tra settembre 2019 e marzo 2020, per sottoporli a Tac spirale ai polmoni e analisi del sangue. Gli Anticorpi sono stati rilevati in 111 individui su 959 (11,6%). Di questi, 23 risalgono a settembre, 27 a ottobre, 26 a novembre, 11 a dicembre, 3 a gennaio e 21 a febbraio.

La ricerca di anticorpi SARS-CoV-2 in persone asintomatiche prima della pandemia da COVID-19 in Italia, potrebbe rimodellare la storia della pandemia. Non era influenza ma le prime avvisaglie da Covid-19, una nuova malattia di cui nessuno ha parlato, fino al tardivo allarme della Cina a fine dicembre.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI