fbpx
sabato 25 Settembre 2021

L’Europa esporta pesticidi tossici che lei stessa ha vietato: protesta di 70 ONG

70 organizzazioni non governative d’Europa hanno inviato una lettera di protesta alla Commissione Europea, poiché all’interno del continente vieta l’uso di pesticidi, permettendone l’esportazione a paesi terzi che ne fanno uso, acquistano poi i prodotti finiti, da questi ultimi. Nel 2018 i paesi membri hanno approvato la vendita oltre i confini di 81.615 tonnellate di pesticidi contenenti 41 sostanze vietate in Europa. Nello stesso anno i residui di 74 antibatterici proibiti sono stati trovati anche negli alimenti testati sul mercato europeo.

Il mese scorso la Commissione europea ha approvato la Strategia per la sostenibilità delle sostanze chimiche. Nel documento l’Europa garantiva l’impegno a vietare le sostanze pericolose e a non produrle per l’esportazione. Inoltre, l’esecutivo UE si è impegnato anche a promuovere una graduale eliminazione globale dei pesticidi non più approvati.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati