venerdì 12 Agosto 2022

Nei mari italiani si pesca sempre più plastica

Il Mediterraneo è una tra le aree più inquinate da microplastiche a livello mondiale, secondo AdriCleanFish, il progetto scientifico che coinvolge direttamente i pescherecci, formandoli alla rimozione dei rifiuti in mare. I pescatori sono stati intervistati e su 276, il 55% trova rifiuti, quasi ad ogni battuta di pesca, mentre il 13% dichiara di non pescarne mai o raramente. Gli scienziati aderenti al progetto, inoltre, hanno cercato frammenti di microplastiche in alcune specie destinate al consumo umano ed in tutte è stata riscontrata la presenza di plastica nei tratti gastro-intestinali. In media 2 pesci su 10 avevano ingerito da una a cinque microplastiche, il che conferma le stime diffuse a livello mondiale secondo le quali tra il 20 e il 30% di tutti i pesci ingerisce plastica.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI