mercoledì 28 Settembre 2022

Mali, liberati padre Maccalli e Chiacchio: erano stati rapiti nel 2018

Sono stati liberati in Mali il sacerdote Pier Luigi Maccalli e Nicola Chiacchio. Erano stati sequestrati a settembre del 2018 in Niger: padre Maccalli durante una missione mentre Chiacchio era in vacanza. L’identità dei due italiani è stata confermata da un portavoce del governo maliano, dopo aver rilasciato 100 jihadisti nel corso dell’ultimo fine settimana. I due ora stanno rientrando in Italia ed insieme a loro fanno ritorno, dopo quasi 4 anni di prigionia, anche Sophie Pétronin, sequestrata da uomini armati, e Soumalia Cissé, rapita durante una campagna elettorale. Tutti erano probabilmente detenuti da gruppi islamici legati ad Al Qaida nel Maghreb islamico.

La Chiesa ha sempre tenuto alta l’attenzione sul caso e lo ha fatto anche questa mattina, rilanciando la notizia di un possibile rilascio in Mali della suora colombiana rapita, Gloria Narvaez.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI