giovedì 30 Maggio 2024

Controinformazione: la lunga ma inevitabile strada per l’alternativa

L’opinione pubblica è ciò che si crede pensi la maggioranza dei cittadini, o il giudizio e il modo di pensare della maggioranza di essi: essa si riferisce e fa parte della cosiddetta sfera pubblica. L’opinione pubblica è l’estrinsecarsi della cosa pubblica ed è intrinseca ad essa. Il concetto stesso di opinione pubblica risale al XVII secolo, ai tempi dell’affermarsi dello Stato-nazione e della nascita dell’idea moderna di democrazia rappresentativa, nondimeno all’espandersi del capitalismo industriale e ad un nuovo ordine mondiale, quindi con il configurarsi di un nuovo assetto socio-politico...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

5 Commenti

  1. Ottimo articolo. Proprio qualche giorno fa ricordavo in un commento, su questa testata, degli esempi di controinfirmazione presenti in Italia negli anni ‘70/‘80. Senza citarlo espressamente mi riferivo proprio al periodico Controinformazione. Un “semplice” collage di documenti, presentati integralmente, senza censure, senza commenti più o meno espliciti. Ma soprattutto ciò che non veniva pubblicato da nessuna testata giornalistica. Prenderò spunto da alcune indicazioni utili dell’articolo, mi permetto solo di suggerire il grande lavoro che svolge Chomsky (e i suoi collaboratori) proprio sull’informazione di massa, il senso comune e il “buon senso”.

  2. Grande articolo e se posso far notare l’abbonamento all’Indipendente non è alla portata di tutti, mi permetto di proporre di aumentarlo di un 10% ed usare questa entrata ulteriore per dare l’abbonamento gratuito a tutti quelli che commentando gli articoli riceveranno i maggior numeri di like, così che anche il diciottenne possa leggere l’unico giornale Italiano che non ha padroni, né padrini, né pubblicità.

    • Per certi versi l’idea non è malvagia, ma per altri avvicinarsi alla fisionomia dei vari Facebook, YouTube, ecc. non mi pare saggio. Inoltre c’è anche un problema pratico: i non abbonati al momento, se non erro, non possono commentare.

    • Ricordiamoci che l’Indipendente permette di fruire gratuitamente di gran parte dei contenuti che pubblica.
      La richiesta di abbonarsi appare in un popup solo dopo 10 articoli letti e permette comunque di continuare a leggere.
      Personalmente e da abbonato penso che sia importante valorizzare la fruizione di questi contenuti con un abbonamento: anche il diciottenne potrà desiderare di mettere da parte l’importo necessario ad abbonarsi, certo con delle rinunce, o meglio scegliendo con attenzione come spendere il poco denaro che ha, o chiedendo ai genitori questo regalo piuttosto che qualcos’altro. Nel frattempo anche chi non ce la fa proprio ha accesso (seppure limitato) a questo importantissimo mezzo d’informazione.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI