giovedì 28 Settembre 2023

Campagna turistica della Santanché nel mirino della Corte dei conti

La Venere influencer, realizzata con milioni di euro pubblici su idea della ministra del Turismo Daniela Santanché, doveva essere lo strumento per lanciare l’immagine dell’Italia nel mondo, ma a giugno è sparita da tutti i social network, suscitando sfottò e ilarità sul web. La Corte dei Conti vuole ora vederci chiaro e il procuratore regionale per il Lazio Pio Silvestri ha avviato un’istruttoria per capire come mai la Venere pagata con i soldi pubblici sia improvvisamente scomparsa. Oltre alle inchieste su Visibilia, la Santanché dovrà adesso rispondere anche alle domande dei magistrati contabili per le sue azioni da ministra.

Ultime notizie

Il Nagorno-Karabakh cesserà di esistere: i separatisti ne decretano lo scioglimento

Samvel Sahramanyan, presidente del Nagorno-Karabakh, ha detto di aver firmato un ordine che decreta ufficialmente la fine della ‘sua’...

Le fake news maistream sulla morte di Kadyrov e Sokolov

Morte acclarata, data per scontata, con granitica certezza. Smentita poco dopo da dei semplici video. Negli ultimi giorni è...

Sono riprese in tutta Italia le proteste degli studenti contro il caro affitti

È ripresa con grande vigore la protesta degli studenti di tutta Italia contro il caro-affitti, che, complice il sostanziale...

Legge di Bilancio: il governo aumenta il deficit, ma le risorse non bastano

Nella Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (NADEF), approvata ieri dal Consiglio dei ministri, è stato...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI