sabato 22 Giugno 2024

Nuovo attacco a Roger Waters: la polizia tedesca lo indaga per incitamento all’odio

Roger Waters, carismatico leader dei Pink Floyd, è finito nuovamente nel mirino della giustizia e le accuse a suo carico sono quantomeno paradossali. Durante un concerto a Berlino, infatti, l’artista si è presentato sul palco travestito da nazista, una performance che si ripete in maniera sempre uguale dal 1980 e caratterizzata da un evidente e inconfondibile scopo di denuncia. La polizia tedesca, tuttavia, ha deciso ugualmente di procedere contro di lui, accusandolo di “incitamento all’odio”. La risposta di Waters non ha tardato ad arrivare, con un breve comunicato. “La rappresentazione di un demagogo fascista squilibrato è una peculiarità dei miei spettacoli dai tempi di The Wall dei Pink Floyd del 1980. Ho passato la mia intera vita a parlare contro l’autoritarismo e l’oppressione ovunque si manifesti. Senza preoccuparmi delle conseguenze degli attacchi contro di me, continuerò a condannare l’ingiustizia e tutti coloro che la portano avanti”.

Non è la prima volta che Waters – in prima linea nella causa per la liberazione di Assange e per i diritti del popolo palestinese – finisce nel mirino in Germania. A febbraio scorso la città di Francoforte aveva vietato un suo concerto accusandolo di essere antisemita per le sue critiche alle politiche di occupazione israeliana. Le autorità ucraine lo avevano inoltre inserito nella lista dei “nemici di Kiev” dopo che lui aveva denunciato il ruolo degli Stati Uniti nel contribuire a scatenare il conflitto a partire dal cambio di regime a Kiev del 2014.

[di Valeria Casolaro]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

1 commento

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI