martedì 18 Giugno 2024

Tragedia di Cutro: strage di Stato? Tutto quello che non torna nella versione delle autorità

Nella notte tra sabato 25 e domenica 26 febbraio un caicco con a bordo tra i 180 e i 250 migranti, partito circa cinque giorni prima da Smirne (Turchia), si spezza in due a un centinaio di metri dalla spiaggia di Steccato di Cutro, in Calabria. Il primo ad avvistare la tragedia ed avvertire le autorità è un pescatore, che alle cinque del mattino era uscito con le proprie reti per andare a pescare. Dalla sua segnalazione si apre il sipario su una vicenda dalla dinamica ancora poco chiara, sulla quale si è sprecata ogni sorta di dichiarazione politica. L'unico dato certo è che alle 22.31 di saba...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

8 Commenti

  1. Perché non possono emigrare con certa legalità, perché si mettono a rischiare l vita e dopo i colpevoli se la perdono sono i militari o gruppi di riscatto.
    Sempre una tragedia provocata per i trafficanti de uomini.loro devono essere colpiti e eliminati.sono solo pirati con la compiacenza di gruppi politici fanatici.

  2. Frontex ha segnalato l’imbarcazione, è vero, ma in quel momento le condizioni meteomarine erano BUONE e quindi correttamente NON ha segnalato alcuna situazione di pericolo. Per come funziona la Pubblica Amministrazione in italia in Guardia Costiera si sono detti “Ci sono emergenze? ah no’ Beh andiamo a dormire,,,,”mentre alla Guardia di finanza avevano INSONNIA. Che invece in base a fantasiose ricostruzioni Salvini o qualcun altro del Governo abbia dato l’ordine di non intervenire è pura follia, cosa che neanche nei fumetti………Vedrete cosa uscirà dall’indagine della magistratura, quello che c’è scritto in questo commento!!!

  3. Quante persone sono sparite in mare negli ultimi anni? Quante migliaia? Perché se ne parla solo ora, di questi 200? La morte di qualsiasi persona, sia essa povero, ricco, europeo, africano, asiatico mi addolora. Ma fa parte della vita, delle scelte che facciamo, del destino del caso.
    Non mi appassiona mai il caso della morte che assurge al prime pagine del giornali, per giorni e giorni. Ci vedo sempre, dietro, un gioco di potere e di politica, quella marcia.

  4. Grazie Valeria C.
    Forse il comportamento “criminale” è da considerarsi in parte migrato dalla zona dei “fuorilegge” e si estende, in molte occasioni, alle aree del potere. Comunicatori, finanza, politica, sanità…giudici, forze dell’ordine…
    Ieri un tassista mi ha detto:
    “la consapevolezza si sta allargando…”
    “Quanta verità può sopportare, quanta verità può osare un uomo? questa è diventata la mia vera unità di misura, sempre più
    (Friedrich Nietzsche).”

    …ma le persone intelligenti le incontro solo io?

    • Purtroppo sono sempre le persone più semplici ad essere le più sagge. Chi ha la mente offuscata dal gioco del potere ha perso l’umanità. E più sali nella scala gerarchica più la follia impazza. È una cosa che noto da molto tempo. E penso, l’animo rivolto al ritorno della vera umanità, quanto sarebbe bello se gli esseri umani umili, ma di buona volontà, riuscissero a ribaltare le sorti del mondo creando una vita migliore.

  5. Mi pare che le domande poste all’inizio dell’articolo più che cercare veramente una risposta suggeriscano una tesi ben precisa.
    Pur da umile cittadino forse sono in grado anch’io di fornire una risposta: la sede della guardia costiera di Roma è stata informata per conoscenza probabilmente perché l’imbarcazione non sembrava essere in pericolo immediato. Alla domanda successiva si può trovare risposta già nel rapporto della guardia di finanza che parla di un probabile traffico di migranti.
    Una vera domanda da porsi sarebbe, secondo me, quale interesse avrebbero avuto le autorità, e perché, nell’abbandonare e lasciar morire (perché se le accuse che gli vengono lanciate, velatamente o meno, da alcuni fossero vere è di questo che si tratterebbe) tutte quelle persone.

    • Forse è necessario chiarire: riguardo la seconda domanda, il “law enforcement” (operazione di polizia, mi fanno una gran rabbia questi inglesismi, o meglio americanismi, abusati in maniera insopportabile) è entrato in gioco perché il sospetto traffico di migranti è ovviamente, e giustamente, un reato).

      • William, corrette le tue osservazioni, ma è altrettanto evidente che se insieme alla Guardia di Finanza (per accertare il reato e catturare i colpevoli) si fosse mossa anche la Guardia Costiera (a fini SAR) probabilmente la tragedia non si sarebbe verificata o avrebbe avuto contorni più limitati.
        Tutto qui.
        A mio avviso “qualcuno” ha pesantemente sottovalutato la segnalazione dell’aereo di Frontex, magari non chiara, sarà la procura di Crotone ad indagare e speriamo a chiarire.
        Certo che se un mare forza 4 ferma la GdF o peggio la GC, siamo messi bene!
        Che poi l’atteggiamento più “duro” nei confronti dell’immigrazione clandestina da parte di questo governo, evidente dalle dichiarazioni iniziali di Piantedosi (che è riuscito ad andare oltre a ciò che in passato era riuscito a dichiarare Salvini) possa indurre certi “ritardi” o un atteggiamento più prudente nell’avvio delle operazioni SAR è una considerazione personale; io lo credo (un solerte funzionario magari in cerca di visibilità è sempre attento a seguire la corrente che tira), ma è solo un’opinione e non conta molto.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI