martedì 18 Giugno 2024

In tutta Italia si preparano manifestazioni per la pace

In occasione dell’anniversario dello scoppio della guerra in Ucraina avvenuto il 24 febbraio dello scorso anno, con l’irruzione delle truppe russe nel territorio del Paese, in tutta Europa verranno organizzate manifestazioni e iniziative per chiedere immediate trattative di pace e lo stop alla fornitura di armi e attrezzature militari da parte dei Paesi occidentali a Kiev. Solamente in Italia sono già 65 le città dove vi sono iniziative confermate: ad inaugurarle sarà la Marcia per la Pace notturna straordinaria da Perugia ad Assisi la sera di giovedì 23 febbraio, mentre la chiusura simbolica degli eventi sarà costituita dalla fiaccolata di Pace che si svolgerà a Roma nel pomeriggio del 25 febbraio e che avrà come meta finale il Campidoglio. Sit-in, manifestazioni, flash mob, presidi, assemblee e dibattiti verranno inoltre organizzati in quasi tutte le principali città italiane, dal nord al meridione.

Già lo scorso 5 novembre erano state oltre 100 mila le persone che erano scese in piazza a Roma per chiedere la fine della guerra e del supporto militare a Kiev da parte degli Stati occidentali. In quell’occasione, come oggi, si ribadiva come il crescente arsenale militare porti alla vittoria sul nemico ma non alla pace tra i popoli e che “non esiste una guerra giusta, solo una pace giusta”. Decine di iniziative, che verranno coordinate da Europe for Peace, sono poi organizzate in tutta Europa, con oltre 20 eventi programmati in Germania, Spagna e Portogallo e una quindicina in Francia. Attese manifestazioni anche nel Regno Unito, nei Paesi Bassi e in Austria.

[di Valeria Casolaro]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

1 commento

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI