venerdì 27 Gennaio 2023

Il governo appoggia ordine del giorno in difesa dell’aborto presentato dal M5S

Dopo un primo parere contrario, il governo ha appoggiato un ordine del giorno presentato dal M5S che lo impegna a non intervenire contro la legge 194. Secondo la deputata del M5S, Stefania Ascari, «Sin dal primo giorno di questa legislatura, la maggioranza di destra ha depositato più proposte di legge al fine di rendere inapplicabile la legge 194. Tra queste, l’aberrante proposta di riconoscere personalità giuridica all’embrione fin dal concepimento, equiparando di fatto l’aborto all’omicidio». Prima di approvare l’ordine del giorno, il sottosegretario alla Giustizia Andrea Ostellari ha chiesto la riformulazione del testo che mantiene però l’impostazione iniziale impegnando l’esecutivo ad «astenersi dall’intraprendere iniziative volte ad eliminare o limitare il sistema di tutele previste dalla legge 194». «Un piccolo passo avanti in un percorso ancora lungo», ha commentato Ascari.

Ultime notizie

Akira Miyawaki, il botanico che ha elaborato un metodo per riforestare il Pianeta

Chi definisce le foreste “il polmone verde del Pianeta” ha ragione. Gli alberi ci forniscono aria pulita, regolarizzano il...

Alternanza scuola-lavoro, la riforma beffa: i ragazzi potranno morire assicurati

Il 16 settembre 2022 il diciottenne Giuliano De Seta moriva schiacciato da una lastra di acciaio di oltre una...

L’Italia è tornata una terra di emigranti

Era il 30 giugno 1966 quando Telemondo, una delle prime televisioni libere del nostro Paese, raccolse le testimonianze di...

Vaccini Covid e richiami: ora l’attacco a Pfizer e Moderna arriva dal Wall Street Journal

“La campagna ingannevole dei booster Covid bivalenti” così il WSJ ha intitolato l’editoriale pubblicato il 22 gennaio, nel quale...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI