sabato 20 Aprile 2024

Bombardamenti sulla centrale nucleare di Zaporizhzhia

La centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, sotto il controllo russo, è stata colpita oggi dai bombardamenti, suscitando la condanna dell’Onu, che ha affermato che con tali attacchi si rischia un grave disastro nucleare. Più di una dozzina di esplosioni si sono verificate all’interno della più grande centrale nucleare d’Europa sabato sera e domenica, ha dichiarato l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA). Sia Mosca che Kiev si sono incolpate a vicenda per il bombardamento dell’impianto. «Le esplosioni si sono verificate nel sito di questa grande centrale nucleare, il che è del tutto inaccettabile. Chiunque ci sia dietro, deve fermarsi immediatamente», ha dichiarato il capo dell’Agenzia Rafael Grossi. Il personale AIEA sul campo ha affermato che nel sito si sono verificati danni ad alcuni edifici, sistemi e attrezzature, ma nessuno di essi è stato finora critico per la sicurezza nucleare.

Ultime notizie

Gli Stati Uniti hanno vietato le estrazioni petrolifere su una grande porzione di Alaska

Alla fine, il governo degli Stati Uniti ha limitato lo sviluppo dei combustibili fossili in una grande fetta di...

Dubai sott’acqua: le autorità (questa volta) negano operazioni di cloud seeding

Il National Center of Meteorology (NMC), una task force governativa responsabile delle missioni di inseminazione delle nuvole negli Emirati...

Gli Stati Uniti hanno posto il veto al riconoscimento dello Stato di Palestina

Gli Stati Uniti hanno bloccato la risoluzione del Consiglio di Sicurezza Onu che chiedeva l’adesione piena della Palestina alle...

Come cambiano i cibi con la cottura

Alla cottura degli alimenti la specie umana deve davvero molto. Si pensa infatti che la cottura abbia avuto un...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI