martedì 23 Aprile 2024

In cinque Stati USA si sono svolti referendum sull’aborto

Insieme alle elezioni di medio termine, in cinque Stati degli USA – Kentucky, Vermont, California, Montana, Michigan – si è votato su proposte referendarie inerenti l’approvazione o il rifiuto della pratica abortiva. Nei cinque Stati in questione si è registrata una netta sconfitta del fronte pro-vita. In California, Michigan e Vermont si è votato per emendamenti costituzionali a favore dell’aborto. In Kentucky e Montana, invece, sono state bocciate delle proposte a tutela del nascituro. In Montana, gli elettori hanno bocciato la Proposta 131 che intendeva proteggere i bambini nati vivi dopo un tentativo di aborto, fornendo cure salvavita. In Kentucky, invece, i cittadini si sono espressi contro la proposta di un emendamento che prevedeva di esplicitare che la Costituzione dello Stato non protegge l’aborto. Secondo alcune fonti, i democratici hanno speso circa 320 milioni di dollari per sostenere l’interruzione di gravidanza.

Ultime notizie

Le spese militari globali hanno raggiunto il record di 2440 miliardi in un anno

Nel 2023 la spesa militare mondiale ha raggiunto il massimo storico di 2.443 miliardi di dollari, con un aumento...

La guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina

Tra USA e Cina è in corso ormai da lungo tempo una guerra commerciale che trova poco spazio sulle...

Gli indipendentisti hanno dominato le elezioni nei Paesi Baschi

Nel fine settimana si sono svolte le elezioni della regione autonoma spagnola dei Paesi Baschi, dove come ampiamente previsto...

“Nodo alla gola”: il nuovo rapporto sulla condizione delle carceri italiane

In poco più di un anno, da gennaio 2023 a marzo 2024, negli istituti penitenziari italiani si sono verificati...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI