giovedì 30 Maggio 2024

L’amministrazione di Kherson ordina l’evacuazione dei civili

Le autorità russe presenti nella regione occupata di Kherson hanno esortato i residenti ad abbandonare immediatamente la zona, in quanto si aspettano che le truppe ucraine conducano una controffensiva per reclamare la città nell’Ucraina meridionale. «Tutti i civili di Kherson devono lasciare immediatamente la città. I ​​residenti civili di Kherson, gli uffici e i ministeri dell’amministrazione civile devono trasferirsi sulla riva sinistra del Dnepr», ha dichiarato l’amministrazione. Le autorità hanno spiegato che c’è un pericolo crescente di massicci bombardamenti nella città. Il governatore ad interim della regione, Vladimir Saldo, ha annunciato che i civili che vivono sulla riva destra del fiume Dnepr nella regione di Kherson sarebbero stati evacuati sulla sua riva sinistra a causa della minaccia di inondazioni, che potrebbero essere innescate da un attacco militare ucraino sulla centrale idroelettrica di Kakhovka.

Ultime notizie

Separazione delle Carriere dei magistrati: la riforma che era nel programma della P2

Il Consiglio dei ministri ha ufficialmente dato il via libera al disegno legge sulla separazione delle carriere dei magistrati....

Dopo 236 giorni artisti e influencer si sono accorti che a Gaza è in corso un genocidio

È da due giorni, ormai, che su Instagram circola senza soluzione di continuità un’immagine che intende rivolgere l’attenzione sul...

Un monumento al coraggio, quello di Julian Assange, ora in tour in Italia

Sta facendo il tour della Penisola la stupenda opera statuaria di Davide Dormino Anything to Say?  Si tratta di...

Venezia si mobilita contro la nave sospettata di portare armi a Israele

Le autorità spagnole le avevano negato l'attracco al porto di Cartagena, quelle italiane invece non hanno trovato nulla da...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI