martedì 18 Giugno 2024

Il popolo cubano approva il referendum che legalizza matrimonio e adozioni gay

Il 66,87% dei cittadini cubani ha approvato il referendum sul nuovo codice di famiglia. Il testo prevede, tra le altre cose, il matrimonio e la possibilità di adozione per coppie dello stesso stesso e la possibilità di accesso alla cosiddetta maternità surrogata, seppur con fermi limiti per evitarne la mercificazione. Il nuovo Codice di famiglia prevede anche la corresponsabilità dei genitori nella loro educazione e una rigorosa parità di diritti tra uomini e donne. Il Codice garantisce inoltre ai minori il diritto di non essere oggetto di esclusione, violenza o negligenza da parte dei genitori. Inoltre, viene eliminata la possibilità per le ragazze minorenni di sposarsi previo il consenso dei propri genitori o tutori: solo le donne maggiorenni potranno sposarsi. È la prima volta al mondo in cui un tema complesso come la riforma del codice di famiglia viene sottoposto al verdetto popolare tramite referendum.

Ultime notizie

L’Italia finanzia la guerra israeliana acquistando i missili utilizzati a Gaza

Cinque minuti netti: tanto il tempo che la Commissione Difesa della Camera dei Deputati ha impiegato per dibattere sullo...

Italia: diecimila firme in Parlamento contro gli esperimenti di “cloud seeding”

Il Comitato Nazionale Moratoria Geoingegneria ha depositato più di 10mila firme per una petizione che chiede che venga vietato...

Pagava paramilitari in cambio di protezione: Chiquita condannata a risarcire i colombiani

Dopo un processo durato 17 anni, con una sentenza storica, una giurida dello Stato della Florida ha costretto Chiquita...

Rapporto ONU: Israele usa sistematicamente abusi sessuali e torture sui palestinesi

Nei giorni scorsi la notizia del rapporto ONU che accusa Israele di avere commesso crimini di guerra e contro...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI