sabato 1 Ottobre 2022

L’EMA ha autorizzato i vaccini anti-Covid aggiornati in Europa

L’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha dato il via libera alle versioni aggiornate dei vaccini anti-Covid di Pfizer-BioNTech (Comirnaty) e di Moderna (Spikevax) per le persone “di età pari o superiore a 12 anni che hanno ricevuto almeno la vaccinazione primaria contro il COVID-19”.

In ciascuna dose del bivalente, metà del vaccino (25 microgrammi) mira al ceppo virale originale del coronavirus, quello diffuso dal 2020. L’altra metà punta invece a neutralizzare Omicron BA.1.

L’approvazione del vaccino aggiornato giunge nonostante non siano ancora stati pubblicati dati che ne testimonino l’efficacia. I test effettuati si basano infatti sulla prima variante Omicron (BA.1), tuttavia ad oggi questa variante non è più in circolazione, soppianta da Omicron BA.4 e Omicron BA.5.

Solo la scorsa settimana le case farmaceutiche avevano annunciato di aver chiesto alla FDA – l’organo statunitense che regola i prodotti farmaceutici – di autorizzare, nei confronti degli individui dai 12 anni in su, l’uso emergenziale di una dose addizionale di vaccino anti-Covid bivalente adattato alla variante Omicron BA.4/BA.5. La richiesta, però, non sembrava basarsi su dati solidi: all’interno del relativo comunicato delle aziende, infatti, si legge che “uno studio clinico che esaminerà la sicurezza, la tollerabilità e l’immunogenicità del vaccino bivalente Omicron BA.4/BA.5 in soggetti di età pari o superiore a 12 anni dovrebbe iniziare questo mese”, dunque a richiesta di approvazione già inviata.

Anche l’Agenzia del Farmaco Italiana (AIFA) si riunirà lunedì per approvare la somministrazione dei vaccini aggiornati.

[di Iris Paganessi]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

5 Commenti

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI