sabato 3 Dicembre 2022

Nuoto, nasce una “categoria aperta” per atleti transgender

L’ente del governo mondiale del nuoto, la Fina, ha votato per vietare agli atleti che hanno attraversato la pubertà maschile di correre negli eventi femminili. Allo stesso tempo, è stato istituito un gruppo di lavoro che avrà il compito di creare una categoria di competizione aperta per gli atleti, “indipendentemente dal loro sesso, sesso legale o identità di genere”. La “nuova politica di inclusione di genere dello sport” è stata approvata da oltre il 70% delle federazioni affiliate in un congresso straordinario durante i Campionati del Mondo in corso a Budapest.

Ultime notizie

Mercato del carbonio, come le aziende riescono a inquinare gratis

Negli ultimi nove anni, le grandi aziende dell'UE in prima linea nel rilascio di gas serra e di sostanze...

San Francisco autorizza i robot di polizia a uccidere i sospetti

"Proteggere e servire", questo è il motto della polizia di Los Angeles che negli anni si è esteso alle...

Anche il Ghana si sgancia dal dominio del dollaro: pagherà le importazioni in oro

Il Ghana è in trattative con la Emirates National Oil Co. (ENOC) – la compagnia petrolifera di Dubai –...

Non solo glifosato: gli altri pesticidi non testati approvati in Europa

Il 30% di tutti i pesticidi autorizzati all'interno dell'Unione Europea è approvato "per estensione", ovverosia viene riapprovato senza una...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI