giovedì 30 Giugno 2022

Crimea e Sebastopoli: Consiglio Ue proroga di un anno sanzioni per annessione russa

“Il Consiglio Ue ha deciso oggi di rinnovare le sanzioni introdotte dall’UE in risposta all’annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli da parte della Federazione russa fino al 23 giugno 2023”. Lo si legge all’interno di un comunicato stampa dello stesso Consiglio, il quale precisa che le sanzioni sono in vigore dal 2014 e “comprendono divieti riguardanti le importazioni di prodotti originari della Crimea o di Sebastopoli, illegalmente annesse, nell’UE, investimenti infrastrutturali o finanziari e la fornitura di servizi turistici in Crimea o a Sebastopoli”. Inoltre, “le esportazioni di determinati beni e tecnologie diretti alle imprese della Crimea o destinati a essere usati nella Crimea illegalmente annessa nei settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell’energia o destinati alla prospezione, all’esplorazione e alla produzione di petrolio, gas e risorse minerali sono anch’esse soggette alle restrizioni dell’UE”.

Ultime notizie

Bruxelles dà via libera alla sorveglianza totale dell’Europol, la polizia europea

Spesso notiamo come alcune nazioni estere non abbiano alcun riguardo per la privacy internettiana dei propri cittadini, che i...

La realtà degli allevamenti di pesci in una indagine di Essere Animali

Stordimento elettrico applicato in maniera inadeguata, gabbie sovraffollate e pratiche di trasporto problematiche: sono queste alcune delle criticità emerse...

Tre carri armati fermati vicino a Salerno: mistero sulla destinazione

Tre carri armati "Pzh 2000" provenienti dalla base militare di Persano, in provincia di Salerno, sono stati fermati dalla...

Ufficiale: Svezia e Finlandia entreranno nella NATO, vendendo la pelle dei curdi

Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ce l'ha fatta: ha barattato il suo veto sull'ingresso di Finlandia e Svezia...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI