mercoledì 18 Maggio 2022

Martedì 10 maggio

5.30 – Corea del Sud: Yoon Suk’yeol giura come nuovo presidente.

7.00 – Firenze, non si arresta lo sciame sismico in corso dal 3 maggio: oltre 150 scosse di lieve entità sino ad oggi.

8.50 – ‘Ndrangheta, operazione “Propaggine”: 43 arresti tra Roma e Reggio Calabria, tra cui anche il sindaco di Cosoleto, in provincia di Reggio.

9.30 – Rivolte in tutto lo Sri Lanka, morto d’infarto il presidente del Parlamento dopo che manifestanti hanno dato fuoco a sua abitazione.

10.00 – Il Giappone espanderà i parchi nazionali per la conservazione della biodiversità.

11.20 – Filippine: Ferdinand Marcos Junior trionfa alle elezioni presidenziali.

11.50 – In Italia sono 210 i Comuni premiati con la bandiera blu per la qualità del mare, 9 in più dell’anno scorso.

14.00 – I presidenti di Francia e Cina, Macron e Xi Jinping, chiedono che si raggiunga al più presto la pace in Ucraina.

16.00 – Associazione Nazionale Alpini: «Espelleremo chi ha molestato», in riferimento alle 150 denunce raccolte da Non Una di meno durante l’adunata degli Alpini a Rimini.

17.20 – Camera dei Deputati: bocciata la proposta di legge costituzionale di Fratelli d’Italia per trasformare l’Italia in repubblica semi-presidenziale.

18.10 – La Giunta del regolamento del Senato ha dato parere favorevole allo scioglimento della commissione Esteri presieduta dal “filorusso” Vito Petrocelli.

 

Ultime notizie

La Sardegna si mobilita contro le esercitazioni della NATO

Fino al 27 maggio numerose tra le spiagge naturalisticamente più pregevoli delle coste sarde saranno ostaggio delle esercitazioni militari...

In Iran l’aumento dei prezzi del cibo ha scatenato rivolte contro il governo

In tutto l'Iran si sono diffuse violente proteste per l'aumento dei prezzi degli alimenti la settimana scorsa, dopo che...

Costruire un nuovo approccio alla migrazione: intervista ad Andrea Costa

Rifiutare la narrazione convenzionale per ripartire da una basata su numeri concreti: questo il punto da cui partire, secondo...

La maggioranza dei parlamentari è contro le armi a Kiev, ma solo a parole

La maggioranza dei parlamentari fa capo a gruppi che hanno espresso con una retorica inequivocabile la contrarietà all'invio di...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI