sabato 10 Dicembre 2022

Maremma, tre aziende sotto accusa per sfruttamento braccianti

Tre aziende agricole della Maremma avrebbero sfruttato centinaia di braccianti impiegati in nero, di provenienza sia italiana che straniera. È quanto rivelato da un’inchiesta della Guardia di Finanza, che ha portato alla luce le “opprimenti condizioni di lavoro” dei braccianti. Questi sarebbero stati sottoposti a turni di 15-16 ore al giorno con una retribuzione di appena 2,50 euro l’ora, in un contesto lavorativo nel quale subivano continue minacce di licenziamento e aggressioni verbali. I responsabili delle tre aziende sono stati denunciati per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.

Ultime notizie

Gli abiti SHEIN ancora nel mirino: sostanze chimiche oltre i limiti di legge

Una nuova indagine di Greenpeace Germania ha portato il colosso della moda veloce SHEIN nuovamente sotto accusa. Questa volta...

Dopo 30 anni il Regno Unito torna ad aprire le centrali a carbone

Il governo britannico ha approvato il progetto di una nuova miniera di carbone a Whitehaven, nel nord est dell'Inghilterra,...

Come la dieta quotidiana può aiutare a prevenire demenza e Alzheimer

Cominciamo col dare subito una buona notizia: è stato dimostrato che le probabilità di sviluppare una demenza diminuiscono se...

La RAI mostra le immagini dei bombardamenti ucraini su Donetsk spacciandoli per russi

«È l’ennesima strage di civili quella del mercato di Kurakhove nel Donetsk, ci sono 8 morti e almeno 5...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI