martedì 17 Maggio 2022

Martedì 3 maggio

8:00 – Mariupol, ripresa evacuazione civili da acciaieria Azovstal.

9:00 – Arrestato in Francia boss camorrista Antonio Cuozzo Nasti: era latitante dal 2014.

10.00 – Libertà di stampa: l’Italia perde 17 posizioni nella classifica mondiale, ora è al 58° posto.

10.30 – Il presidente della Croazia: «metteremo il veto all’ingresso di Svezia e Finlandia nella NATO».

11.00 – La California è riuscita per la prima volta a soddisfare il 100% del fabbisogno energetico con le rinnovabili.

12.00 – Il Mali ha annunciato la cessazione di ogni rapporto militare con la Francia denunciando il neocolonialismo.

13.20 – Putin firma lista dei “paesi ostili” a cui vietare export materie prime, presente anche l’Italia.

13:40 – Assolto il presidente di Baobab Experience, Andrea Costa, era accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

15.00 – Dopo l’evacuazione dei civili la Russia riprende l’assalto all’acciaieria di Mariupol dove sono barricati combattenti ucraini.

16.00 – Il Governo italiano vara i commissari per i rigassificatori e per gli inceneritori.

17.00 – La Tasmania ora assorbe più anidride carbonica di quanta ne emette, è uno dei primi paesi al mondo a riuscirci.

20.00 – Ucraina: esplosioni a Leopoli, Kiev e Dnipro, allarme antiaereo in tutto il Paese.

 

 

 

Ultime notizie

Irlanda, il Paese dove si arena la protezione dei nostri dati

Il General Data Protection Regulation (GDPR) dell’Unione Europea è entrato in azione il 28 maggio 2018 e avrebbe dovuto...

Sentenza: la sospensione degli insegnanti non vaccinati è da considerarsi illegittima

"Le domande delle parti ricorrenti che avevano quale presupposto la dichiarazione di illegittimità dei provvedimenti di sospensione impugnati, in...

Le elezioni scuotono il Libano: Hezbollah perde la maggioranza

Secondo i risultati ufficiali delle elezioni parlamentari che si sono tenute domenica 15 maggio in Libano, il gruppo sciita...

La TAV non si farà mai? Secondo i francesi Macron ha abbandonato il progetto

La realizzazione del progetto della linea TAV rischia di concludersi in un nulla di fatto. Il motivo, per una...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI