sabato 21 Maggio 2022

Al primo maggio di Trieste i no green pass hanno contestato i sindacati

Primo maggio di contestazioni in tutta Italia: sono state diverse le manifestazioni durante le quali sono avvenuti scontri tra i manifestanti e la polizia. Durante il corteo del primo maggio a Trieste alcuni attivisti del Coordinamento No Green Pass hanno contestato i sindacati confederali, in particolare la CGIL, accusandoli di non aver difeso i lavoratori che hanno deciso di non adeguarsi alle regole imposte dal Governo durante la gestione della pandemia. Il gruppo sfilava dietro uno striscione che contestava apertamente l’obbligo vaccinale, il Governo Draghi e le politiche adottate in pandemia, tra le quali le sospensioni senza stipendio per i lavoratori che avevano deciso di non vaccinarsi.

Stando a quanto riportato dal comunicato del gruppo, i rappresentati dei sindacati confederali avrebbero cercato di impedire le contestazioni arrivando anche a chiedere alla polizia di bloccare lo spezzone del corteo dei No green pass e farlo deviare dal percorso prestabilito. A questo punto avrebbero avuto luogo diverse cariche della polizia ai danni dei No green pass.

Il gruppo si è a quel punto unito al gruppo dei sindacati di base, con il quale ha sfilato senza ulteriori problemi per le strade cittadine, per poi raggiungere piazza dell’Unità, punto di raduno finale dei cortei. Qui rappresentanti della CGIL avrebbero nuovamente fatto in modo che lo spezzone no green pass del corteo non potesse avvicinarsi al palco e sarebbero di nuovo avvenuti violenti scontri con le forze dell’ordine.

[di Valeria Casolaro]

 

 

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

3 Commenti

  1. Che Vigliacchi! I Sindacati , la CGIL che dovrebbe difendere TUTTI I LAVORATORI senza discriminare nessuno … invece servi e leccacul@ di questo ” Governo dei migliori ” ( Ahhhhhhhhhhhh , da spanciarsi!) detto anche dei beoti, ignoranti, discriminanti, fautori di odio e del pensiero unico!
    VERGOGNA, VERGOGNA , VERGOGNA , VERGOGNA ! VERGAGNA ! VERGOGNA !

    MA ogni cosa ha un inizio ed una fine… Maledetti!

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI