mercoledì 5 Ottobre 2022

Green Pass: la commissione UE vuole la proroga fino al 2023

La Commissione Europea ha proposto di estendere fino al 30 giugno 2023 (quindi di un altro anno) il certificato digitale Covid dell’Unione Europea. La misura sarebbe atta a garantire la mobilità per i viaggi internazionali negli Stati nei quali siano mantenute in vigore le restrizioni. “Il virus Covid-19 continua ad essere prevalente in Europa e non è possibile determinare l’impatto di un possibile aumento delle infezioni nella seconda metà del 2022 o dell’emergere di nuove varianti” scrive in un comunicato la Commissione Europea.

Il Green Pass europeo è stato adottato il 1° luglio 2021 e scadrà il 30 giugno 2022. La Commissione Europea ha per tale motivo avanzato la proposta di rinnovo con largo anticipo e sta attendendo che essa venga adottata dal Parlamento Europeo e dal Consiglio affinché possa entrare in vigore prima della data del 30 giugno.

“Le regole stabiliscono che coloro che siano in possesso del certificato valido dovrebbero nella maggior parte dei casi non essere soggetti ad alcuna restrizione quando si trovassero a viaggiare in Europa” scrive la Commissione in un comunicato. Nel provvedimento vi sarebbe anche la proposta di adottare un regolamento che estenda l’applicazione del Green Pass europeo a tutti i cittadini extraeuropei che si trovino a soggiornare regolarmente in uno degli Stati membri.

Il Commissario per la Giustizia Didier Reynders ha dichiarato “Senza questa estensione, rischiamo di avere molti sistemi nazionali divergenti, e tutta la confusione e gli ostacoli che questo causerebbe. Il certificato digitale COVID dell’UE si è dimostrato uno strumento efficace per facilitare i viaggi sicuri e liberi”.

[di Valeria Casolaro]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

5 Commenti

  1. Il vero obiettivo è finalizzare l’identità digitale modello Cina, con crediti per i più bravi e blocchi (anche del conto corrente) per i cittadini che non si vogliono piegare al sistema. La deriva è iniziata, il popolo sta facendo la fine della rana bollita.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI