sabato 10 Dicembre 2022

Amsterdam: la polizia carica e aizza i cani contro i manifestanti anti-lockdown

Nella giornata di ieri, circa 10mila persone hanno dato vita ad una protesta ad Amsterdam per esprimere il proprio dissenso contro il lockdown stabilito dal governo olandese per contrastare la diffusione del Covid-19: nonostante la manifestazione fosse stata vietata dal comune della capitale olandese così da evitare assembramenti, in tanti si sono radunati nella piazza Museumplein. La repressione nei confronti dei cittadini scesi in strada, però, non è tardata ad arrivare, e la polizia olandese in tenuta antisommossa non solo non ha esitato a caricare i manifestanti colpendo anche cittadini anziani, ma ha anche utilizzato i cani, che hanno attaccato direttamente alcuni attivisti.

Nello specifico, gli scontri con la polizia si sono verificati nel momento in cui gli agenti hanno cercato di disperdere la folla sulla base di un’ordinanza di emergenza emessa dal sindaco di Amsterdam, Femke Halsema, con cui le forze dell’ordine sono state autorizzate a liberare la piazza. Un nutrito gruppo di manifestanti, tuttavia, è rimasto sul posto e vi sono stati scontri con la polizia. Come dimostrano diversi contenuti circolati sui social in queste ore, la polizia ha manganellato alcune persone che tentavano di superare i cordoni da essa predisposti, ma non solo: gli agenti hanno anche aizzato i cani contro i manifestanti. Da citare in tal senso è senza dubbio un video condiviso dal sito Disclose.tv, nel quale si vede chiaramente come un cittadino sia stato attaccato e morso da un cane poliziotto, il quale non mollava la presa nemmeno dopo che il manifestante era finito urlante a terra.

Successivamente, dopo che piazza Museumplein è stata liberata dagli agenti, un folto gruppo di manifestanti si è spostato verso il Westerpark dove era in corso una manifestazione del partito politico Forum for democracy: tale manifestazione era autorizzata, ma poi il permesso è stato revocato a causa di presunte violazioni delle condizioni dettate dall’autorità pubblica per lo svolgimento dell’iniziativa. La polizia ha fornito il resoconto della giornata rendendo noto che in seguito alle proteste 30 persone sono state arrestate e che 4 agenti sono stati feriti. In base alle violenze da essa perpetrate, però, con ogni probabilità anche diversi manifestanti sono rimasti feriti. Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani locali, infatti, una persona è rimasta ferita alla testa ed almeno altri due uomini sono rimasti leggermente feriti negli scontri.

In Olanda il 19 dicembre scorso è scattato un lockdown che durerà almeno fino al 14 gennaio. Il governo ha inoltre ordinato la chiusura di tutti i negozi tranne quelli essenziali.

[di Raffaele De Luca]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI