domenica 3 Luglio 2022

Polonia, giornalisti in sciopero contro la nuova stretta ai media del governo

Oggi sulla homepage dei siti di gran parte dei media privati polacchi capeggia uno sfondo nero con una scritta di protesta. Iniziativa contro la nuova proposta di legge del governo che prevede di applicare una tassa fino al 50% sui ricavi pubblicitari dei media privati, da usare per finanziare il servizio sanitario. Secondo i giornalisti la mossa del premier Morawiecki punta a usare la pandemia come pretesto per imporre la chiusura di fatto a molti media indipendenti. In Polonia da tempo la libertà di informazione è sotto attacco, nel 2016 il governo approvò una legge che ha posto sotto la diretta nomina del ministero del Tesoro i dirigenti dei media pubblici.

Ultime notizie

Calcio: il gioco diventato osservatorio speciale della finanziarizzazione del mondo

Il calcio non è solo un gioco. Non solo perché tante persone ne fanno una questione tremendamente seria, ma...

L’economia della felicità, al lavoro per un altro mondo possibile (documentario)

Un documentario del 2011 della durata di 67 minuti diretto da Helena Norberg-Hodge, Steven Gorelick e John Page visibile...

La difesa dell’aborto non ha bisogno della disinformazione dei media mainstream

La notizia dell’annullamento della famosa sentenza “Roe v. Wade” da parte della Corte Suprema statunitense ha generato un turbinio...

In tutto il mondo la censura si abbatte su giornalismo e dissenso

La libertà di stampa e il dissenso si trovano sempre più soffocati dai poteri autoritari. Potrebbe sembrare un’ovvietà, se...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI