sabato 27 Novembre 2021

Polonia, giornalisti in sciopero contro la nuova stretta ai media del governo

Oggi sulla homepage dei siti di gran parte dei media privati polacchi capeggia uno sfondo nero con una scritta di protesta. Iniziativa contro la nuova proposta di legge del governo che prevede di applicare una tassa fino al 50% sui ricavi pubblicitari dei media privati, da usare per finanziare il servizio sanitario. Secondo i giornalisti la mossa del premier Morawiecki punta a usare la pandemia come pretesto per imporre la chiusura di fatto a molti media indipendenti. In Polonia da tempo la libertà di informazione è sotto attacco, nel 2016 il governo approvò una legge che ha posto sotto la diretta nomina del ministero del Tesoro i dirigenti dei media pubblici.

Ultime notizie

“Non opprimeremo i palestinesi”: i giovani israeliani che rifiutano il servizio militare

Shahar Perets ed Eran Aviv sono due giovani israeliani di 19 anni e da mesi rifiutano di arruolarsi tra...

Non solo CO2: i “dimenticati” della crisi ambientale

Volendo risalire alle cause del riscaldamento globale, o del più ampio cambiamento climatico, ormai sappiamo bene su chi puntare...

L’analfabeta e il poeta

Forse aveva ragione Hans M. Enzensberger quando affermava nell’Elogio dell’analfabetismo (1988) che “sono stati gli analfabeti a inventare la...

Femminicidi e revenge porn in Italia continuano ad aumentare

I reati di femminicidio e revenge porn sono in aumento in Italia. Stando ai dati riportati dal Viminale, su...