sabato 2 Luglio 2022

Il ritorno dei grandi carnivori in Europa: orsi, lupi e linci salvi dall’estinzione 

I grandi carnivori europei – orsi, lupi e linci – stanno ricolonizzando la loro storica area di distribuzione in Europa. Lo conferma uno studio – pubblicato sulla rivista Diversity and Distributions – condotto dai ricercatori del Dipartimento di Biologia e Biotecnologie della Sapienza di Roma e del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Se prima queste specie erano a rischio estinzione, sembra proprio che ultimamente stiano riprendendosi, grazie a due grandi cambiamenti: la progressiva rinaturalizzazione di aree prima destinate ad attività umane come l’agricoltura e la minore densità della popolazione dovuta al graduale abbandono delle aree rurali.

Gli studiosi hanno analizzato i movimenti dei grandi carnivori in un periodo compreso tra il 1992 e il 2015, arrivando alla conclusione che il diverso sfruttamento del suolo e l’abbandono delle terre, abbiano influito molto di più della graduale espansione delle aree protette. Questo perché spesso, le zone naturali protette, o non sono abbastanza grandi da poter soddisfare il fabbisogno di questi animali, o perché minimamente alterate dall’uomo e quindi non coinvolte nel processo di ricolonizzazione. Secondo Luca Santini, ricercatore e senior author della Sapienza, approfittare dei cambiamenti socioeconomici e paesaggistici per creare nuove opportunità di recupero per le specie, sarà una sfida per l’Europa, la quale dovrà anche impegnarsi in una corretta educazione ambientale fatta di norme legislative e una gestione dei conflitti fra uomo e fauna selvatica nelle aree recentemente colonizzate dai grandi carnivori.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI