fbpx
sabato 16 Ottobre 2021

La guerra in Yemen ha già causato 233.000 morti

Il conflitto nello Yemen si è intensificato quest’anno ed ha causato circa 233.000 morti, di cui 131.000 per cause indirette (fame, igiene…). Lo ha dichiarato l’OCHA (ufficio Onu per gli affari umanitari) durante la sua ultima panoramica globale.

Il mese scorso il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha avvertito che nello Yemen c’era il pericolo di un imminente carestia. Per questo motivo, l’OCHA martedì, ha lanciato un appello umanitario, chiedendo 35 miliardi di dollari per il Paese. Inoltre, l’inviato speciale, Martin Griffiths, ha mediato tra le parti in guerra, chiedendo loro di “prendere una decisione finale” per attuare un cessate il fuoco a livello nazionale. Verranno adottate misure specifiche per migliorare la vita degli yemeniti e la ripresa del processo politico per raggiungere una pace duratura.

La complessa guerra civile dello Yemen è iniziata nel 2015, portando al collasso una popolazione già impoverita. Nel 2020 la violenza si è intensificata e le difficoltà si sono aggravate: piogge torrenziali, crisi del carburante, Covid-19 e infestazioni di locuste che hanno causato danni e perdite per oltre 222.000 dollari tra colture, animali e bestiame.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati