mercoledì 18 Maggio 2022

Perù, decine di migliaia in piazza contro il “golpe”: 11 feriti

I feroci scontri in Perù tra polizia e manifestanti durante le proteste di ieri, hanno causato almeno 11 feriti. A Lima e in altre città, continua ad accumularsi pressione sul nuovo governo di Manuel Merino. La folla accusa il nuovo presidente di colpo di stato, poiché la cacciata del popolare Vizcarra, non aveva motivazioni comprovate; il predecessore, inoltre, aveva negato tutte le accuse di corruzione.

Le manifestazioni di giovedì notte sono state tra le più grandi degli ultimi due decenni in Perù. I gruppi internazionali per i diritti umani hanno espresso preoccupazione per l’uso della forza da parte della polizia contro i manifestanti e l’Organizzazione degli Stati americani ha chiesto alla Corte costituzionale del Perù di dare chiarezza alla situazione.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI