fbpx
lunedì 20 Settembre 2021

India, nuova legge sul commercio agricolo: 500mila contandini protestano

 

In India 500.000 contadini stanno bloccando da questa mattina le principali strade di 18 stati, inscenando proteste in oltre 2500 località. Le partecipazioni più rilevanti sono in corso a Punjab e in Haryana. Con la nuova legislazione, i contadini non dovranno più vendere i prodotti ai “Mandi” (mercati controllati dai governi locali) che garantivano un prezzo minimo fisso. I critici prevedono che le aziende li priveranno del potere di contrattazione. Secondo il governo, invece, la riforma porterà giovamento favorendo la modernizzazione del settore.
AIKSCC, la più grande organizzazione di agricoltori del paese, ha promosso l’agitazione, detta “chakka jaam”. La protesta sarebbe una prova generale della mobilitazione nazionale che, il 26 e 27 novembre, dovrebbe far confluire a Delhi oltre un milione di persone.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati