fbpx
martedì 28 Settembre 2021

Berlino, migliaia in piazza contro le restrizioni anti-covid: scontri e arresti

A Berlino, nella notte tra sabato e domenica, l’Istituto Robert Koch, ente governativo che centralizza i dati sul coronavirus, è stato attaccato da ignoti con lanci di bottiglie incendiarie. A mezzogiorno del mattino seguente, circa 2.000 persone hanno protestato ad Alexanderplatz contro le misure anti-covid adottate dal governo. I manifestanti, fermati dalla polizia perché senza mascherina, hanno forzato il blocco e si sono indirizzati verso Karl-Marx-Allee, urlando slogan contro “la dittatura della sanità”. L’obiettivo era il cinema Kosmos, dove si sta tenendo digitalmente, il World Health Summit (Vertice mondiale della sanità).

La protesta è stata proclamata da “Querdenker”, associazione che ha indetto molte manifestazioni. La polizia ha reso noto di aver mobilitato complessivamente 600 agenti, ma, per ora, senza rilasciare un bilancio dei fermi e dei feriti.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati