venerdì 12 Agosto 2022

Clima: basterebbe l’1,5% del Pil globale per rispettare gli accordi di Parigi

Basterebbe 1,5% del Pil, messo a disposizione dagli stati, per arginare la crisi economica provocata dalla pandemia di Covid-19 e per rispettare l’accordo climatico di Parigi il quale prevede la riduzione dei gas serra, lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Science.

I ricercatori che hanno proposto il calcolo sono dell’Imperial College di Londra, Climate Analytics di Berlino, e l’Electric Power Research Institute americano. Sono circa 12mila miliardi i soldi mossi dai vari paesi del mondo per contrastare l’emergenza economica, che secondo i ricercatori ne basterebbero un decimo ogni anno per i prossimi cinque anni per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. Questo permetterebbe di iniziare a orientare l’economia globale verso la neutralità climatica entro il 2050.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI