fbpx
martedì 28 Settembre 2021

Recovery Fund: l’Italia vuole usare parte dei fondi europei per le armi

I soldi del Recovery Fund (strumento con l’obiettivo di arginare l’impatto devastante del coronavirus) sono stati chiesti dal governo italiano, all’Unione Europea, per finanziare il complesso militare-industriale, aerospaziale e quello tecnologico.
Il 27 agosto il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) ne ha presentato i progetti: per il potenziamento della filiera industriale aereo spaziale e della sicurezza si prevede di impiegare 12 miliardi e 500 milioni di euro, di cui 5 per la ricerca industriale ed i restanti 7,5 miliardi nelle attività vere e proprie. Nel piano a favore dell’industria militare-aero spaziale, le scarne informazioni sui progetti prescelti, sono comunque sufficienti a delinearne la portata bellico-distruttiva. Inoltre, 36 miliardi sono stati richiesti per gli investimenti in nuove tecnologie, cyber security, Intelligenza Artificiale, ecc…

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati