martedì 16 Agosto 2022

Armenia e Azerbaigian in guerra: almeno 58 morti e 200 feriti

Le forze armene e azerbaigiane hanno combattuto per la regione separatista del Nagorno-Karabakh, lunedì 28 settembre 2020, per il secondo giorno.
Il ministero della Difesa azero ha affermato che le forze armene hanno bombardato la città di Tartaro e che i combattimenti sono continuati fino al mattino.
Secondo i funzionari armeni, finora sono stati uccisi 58 militari dalla loro parte e 200 persone sono state ferite; mentre l’Azerbaigian non ha rivelato le sue perdite militari.
L’Unione Europea ha esortato entrambe le parti a cessare i combattimenti e negoziare, seguendo gli appelli di Iran, Russia, Francia e Stati Uniti.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI